Menu

TORM 2017 Iscaro: il ritorno di Guido Fina

TORM 2017 IscaroLargo ai giovani, avanti le nuove leve! Undici anni e già velocissimo, è Guido Fina ad aver vinto in quel di Iscaro la nona tappa del Trofeo Ohvale Rental Master, conquistando anche la pole.

Ma al contrario delle solite prestazioni di Guido, questa volta il risultato non è stato affatto scontato: Michele Pezzella , alla sua prima apparizione nel TORM del 2017, è arrivato a soli quattro decimi di distacco, con Carmine Ruotolo (classe 2007) a chiudere la top3 assoluta. Vediamo cosa è successo in quel di Iscaro.

CHAMPIONS: GUIDO FINA
Che bello quando i ragazzini hanno tutta questa voglia. Tra Guido e Michele i sorpassi non sono stati molti, ma hanno passato tutta la gara attaccati e la tensione era palpabile. Poco male, sia Michele che Carmine (a meno di un secondo di distacco da Guido e detentore del best lap in 48.837) avranno modo di rifarsi in quel di Arce, a metà ottobre. Ottimo anche il lavoro di Christian Galbiati, che è riuscito a tenere dietro il nuovo capoclassifica del TORM, ossia Francesco Fracci. Forse Francesco avrebbe dovuto fare di più, ma in queste ultime battute di campionato i punti sono come l’oro. E Palli?

EXPERT: FIORENZO PALLI
Se vi chiedete cosa ci fa Fiorenzo Palli nella Expert, non vi si può dare torto. Complice una pre qualifica imperfetta, Palli è rimasto tagliato fuori dalla Champions per una manciata di millesimi di secondo, e i 25 punti di differenza per la classe di appartenenza si sono sentiti tutti. Fortunatamente, Fiore ha limitato i danni vincendo di forza una Expert che ha visto Gianni Serrone secondo a +1.084 e un Matteo Pianozza più staccato ma sempre competitivo. La lotta per la vittoria del titolo 2017 si fa complessa.

TORM 2017 IscaroAMA: MIRKO PAGNOTTA
Altra splendida prestazione di Mirko Pagnotta, dominatore assoluto della categoria AMA in quel di Iscaro. Mirko ha stampato un best lap in gara di 50.396, andando a comandare praticamente da subito la corsa e terminando in cima al podio con ben 14 secondi di distacco sul proprietario della piazza d’onore, che corrisponde al nome di Bianco Aniello. Dietro di loro (per soli 3 decimi), si classifica terzo Giuseppe Topputo, alla sua prima apparizione nel TORM .

CHIODI: GIORGIO DE RANGO
Qui parlerò da pilota: le ho provate tutte. Non sono bastati sorpassi, staccate oltre il (mio) limite, bloccaggi delle ruote e ripetuti lunghi alla penultima curva del tracciato, Giorgio è stato più bravo. Non ha perso la testa, ha fatto la mossa giusta all’ultimo giro e mi ha battuto, quindi chapeau! Come avrete capito, secondo al traguardo giunge il sottoscritto a +0.733 dalla vetta (ma detengo il best lap in gara tra i Chiodi). Dietro di me un’altra giovane promessa del motociclismo, Simone Minervini, che ha battuto il babbo Manuel grazie alla falsa partenza del genitore. Bravi!

TORM 2017 IscaroIL TEAM: FG CORSE
È ancora il team FG Corse di Palli e Lombrici a vincere la classifica dei team ad Iscaro, mantenendo salda la leadership sulla classifica e sfiorando di poco la vittoria con tre gare di anticipo della classifica dei team. Pesa molto lo zero degli Smanettoni e del Racing Graphic Design, complice l’assenza di una parte di entrambi i team.

PER PESO: MARANO, FINA E GALBIATI
È stata certamente la tappa dei colpi di scena, quella di Iscaro. Lo si vede sia dai vincitori delle griglie che da quelli delle varie sottocategorie, infatti nessuno dei tre al top delle classifiche di peso è in lotta per il titolo. Vince chiaramente la Light Guido Fina, seguito da Fracci e da Michele Pezzella. Nella Medium è Galbiati a battere Lombrici e Serrone, mentre nella Heavy vince Marano su Pianozza e Pezzella.

CAMBIO DI GUARDIA
I ruoli ora si sono invertiti: Fiorenzo Palli passa da lepre a lupo e deve assolutamente ricucire i 16 punti di strappo che si sono creati tra lui e Francesco Fracci. Ma le novità non terminano li: con la grande prestazione vista ad Iscaro, Giorgio Lombrici rientra di diritto nella lotta per la vittoria finale, essendo a 99 punti da Fracci (ricordiamo il doppio punteggio per il gran finale del Sagittario a dicembre). Tutto ancora aperto, altro che #Superbike!

E LE PITBIKE?
Una doverosa parentesi la dedichiamo alle Pitbike che, complice un maltempo impietoso paragonabile ad una vera e propria bomba d’acqua, non ha permesso il via della categoria. Nonostante la possibilità di disputare una gara Wet, la DemoRace ha preferito in primis salvaguardare la salute dei piloti che nella maggior parte dei casi il lunedì hanno un datore di lavoro a cui rispondere di un eventuale assenza. Ma nessun si disperi: per recuperare i partecipanti alla tappa di Arce avranno a disposizione ben tre gare nella medesima giornata. Divertimento garantito!
Tutto pronto per la terzultima tappa del Trofeo Ohvale Rental Master, che si svolgerà ad Arce (FR), il 15 ottobre. Voi siete pronti?

a cura di Alex Dibisceglia
Ufficio stampa TORM
info@demorace.it
www.demorace.it

Iscriviti alle nostre newsletter...