Menu

Alpine A470 nel Mondiale Endurace FIA WEC 2017

Tre settimane dopo il reveal di Alpine A110 Prima Edizione al Salone di Ginevra, Alpine svela il suo programma sportivo per il Campionato del Mondo Endurance FIA WEC 2017.

Vero e proprio scrigno della Marca, il nuovo show-room di Boulogne-Billancourt (Hauts-de-Seine) è stato scelto per il reveal di Alpine A470 , accanto alla A460, Campione del Mondo in carica, e alla A110 Prima Edizione .

Per i fan di Alpine, è ancora molto vivo il ricordo della stagione 2016: vincitore a Spa-Francorchamps, alla 24 Ore di Le Mans, al Nurburgring e ad Austin, il trio costituito da Nicolas Lapierre, Gustavo Menezes e Stéphane Richelmi ha anche dimostrato regolarità, conquistando i titoli mondiali LMP2 “Piloti” e “Team”.

Dopo risultati di tale portata, era inconcepibile per Alpine non difendere i titoli conquistati. A circa due settimane dal via della stagione 2017, i Blu svelano le loro carte vincenti!
«Nell’anno del lancio commerciale di Alpine A110, e dopo la magnifica stagione 2016, attendiamo che i successi di Signatech Alpine Matmut in Endurance assicurino un importante supporto alla nostra strategia marketing. A110, infatti, eredita il DNA di Alpine, dove la competizione ha un ruolo di spicco», rileva Michael Van der Sande, Direttore generale di Alpine.

Per la stagione 2017, la categoria LMP2 vive una profonda trasformazione, con l’entrata in vigore di un nuovo regolamento tecnico e di una nuova generazione di auto, nettamente più performanti.
In questa situazione, la Federazione dell’Automobile ha omologato quattro telai e scelto un motorista unico per tutti i concorrenti. Le Alpine A470 monteranno quindi propulsori V8 600 cv forniti da Gibson Technology.

Alpine A470 riprende il telaio monoscocca e alcuni componenti meccanici dell’A460. Il lavoro di Oreca si è concentrato sull’integrazione del nuovo motopropulsore e sull’aerodinamica. Ottenute dopo un lungo lavoro di CFD (Computational Fluid Dynamics), le forme dell’A470 esprimono una raffinatezza mai ottenuta su auto della categoria LMP2!
Al termine delle prove di sviluppo, Nicolas Lapierre non nascondeva il proprio entusiasmo: «Con un’auto come Alpine A470 , la LMP2 entra realmente in una nuova era. Al volante, le sensazioni sono state immediatamente ottime. La cura dedicata ai minimi dettagli è incredibile e si rispecchia nel comportamento, che è eccellente. Sono impaziente di ritrovarmi di nuovo in pista».
Con dieci auto schierate nel Campionato del Mondo, la battaglia in categoria LMP2 sarà certamente molto agguerrita. L’uniformità del materiale assicurerà performance praticamente allo stesso livello, e solo il talento dei team e dei piloti permetterà di distinguersi!

Per difendere i titoli conquistati l’anno scorso, il team Signatech Alpine Matmut potrà contare non su sei, ma su sette piloti di levatura mondiale!
Su Alpine A470 n°36 saranno sempre presenti due dei tre piloti che compongono l’equipaggio Campione del Mondo in carica, e cioè il Francese Nicolas Lapierre e l’Americano Gustavo Menezes , associati a una nuova recluta, il Britannico Matt Rao.
Alpine ha autorizzato, tuttavia, Nicolas Lapierre a rispondere favorevolmente alle richieste di un costruttore schierato in LMP1-H. Per le 6 Ore WEC di Spa-Francorchamps e le 24 Ore di Le Mans, il pilota di Thonon-les-Bains avrà quindi la possibilità di puntare alla vittoria assoluta con Toyota, e sarà sostituito da Romain Dumas, Campione del Mondo LMP1 in carica e duplice vincitore della 24 Ore!

Iscriviti alle nostre newsletter...