Menu

Trofeo Kart Bannati 2016 : una prima edizione straordinaria

Era nata come una scommessa e dopo soli 12 mesi, il bilancio di un anno di duro lavoro da parte dell’ Associazione Sportiva Dilettantistica Motobannati , è stato premiato: il Trofeo Kart Bannati 2016 , è un grandissimo successo!

Un impegno costante quello della MotoBannati ASD , un cammino costante e rigoroso, che mese dopo mese, ha visto il coinvolgimento sempre più numeroso, di aspiranti piloti e di amanti delle corse, l’incipit da trasmettere, sin dai primi passi, era quello di dar vita ad una serie di gare low cost, basato su mezzi noleggiati ed efficienti: il Trofeo Kart Bannati ha visto la partecipazione nel 2016 di ben 156 iscritti e per il 2017 promette di ripetersi, puntando a superare questo grandissimo traguardo!

Un Campionato caratterizzato dalla passione ma anche dalla lealtà agonistica, non sono mancati certamente duelli a suon di staccate e tattiche di gare intelligenti e strategiche: una stagione che alla fine , ha proclamato un solo vincitore: Daniele Torriani !

Il Campione 2016 del Trofeo Kart Bannati , è nato in Polonia ma oramai parla un Italiano perfetto!
E’ uno che non molla mai, e fino alla fine ha dato del filo da torcere a Leopoldo De Fazio, un veterano dei kart, uno che mastica olio e cilindri da anni, un gentleman driver che, pur concludendo la stagione a pari punti con Torriani, per numero di vittorie conseguite, come da regolamento, cede a lui, il titolo 2016!

Tante le novità che il Trofeo Kart Bannati riserverà per la prossima stagione, dalle piste ai kart, dai 125 due tempi ai 390 quattro tempi, i Team sono in trepidante attesa, i piloti iniziano la loro pausa invernale in attesa di scendere in pista e… conquistare la vittoria.

Daniele Torriani , Leopoldo De Fazio , Cristian Zanetti , sono loro ad essersi aggiudicarsi i primi tre gradini del podio 2016 del Trofeo Kart Bannati .

Ora ,si lavora sul prossimo Campionato, con tante novità…

Daniele Torriani : “ Da un anno a questa parte ho scoperto il team della PG Kart di Camerano che avevano aperto un Kartodromo Indoor . Grazie a loro sono riuscito ad inserirmi nel circus, dopo il titolo i ragazzi mi hanno offerto di partecipare a qualche gara a livello professionistico aiutandomi con le spese. Però con il TKB mi sono divertito tantissimo e vorrei provare a riconfermarmi al top, senza considerare che è economicamente difficile fare tante gare a livello professionistico e rimanere al top, il mezzo conta tanto.”

Come hai conosciuto il Trofeo Kart Bannati?
“Sono stato consigliato da un amico, non avevo mai corso con i due tempi. Ho iniziato l’anno scorso nell’Indoor, poi ho pensato che abituarmi a velocità maggiori mi avrebbe fatto bene e cosi mi sono iscritto. All’inizio non è stato semplice adattarsi, quindi ho raccolto ben pochi punti in partenza. Poi piano piano ho preso la mano e ho recuperato su De Fazio, riuscendo poi a spuntarla in chiusura.”

Una cosa che miglioreresti del trofeo?
“Ci si sta già lavorando, mi riferisco al problema del peso. Già da quest’anno si è iniziato a zavorrare i piloti più leggeri, oltretutto Santi (De Luca, l’organizzatore. NDR) mi ha detto che dall’anno prossimo la differenza verrà ulteriormente livellata. I piloti più pesanti sulle cilindrate minori subivano troppo svantaggio, con questo sistema si garantisce un campionato ancora più livellato e competitivo.”

Pensi che la formula Rental sia utile?
“Fondamentale. Nei Kart ancora più che nelle moto la competitività del mezzo è fondamentale, e i costi sono ancora più elevati. Purtroppo tante persone di talento hanno dovuto abbandonare questo sport per mancanza di fondi, è inutile essere bravi se poi hai un mezzo non competitivo. Con il Rental, dove tutti i mezzi sono praticamente uguali, si elimina il problema monetario e si permette a tutti i piloti di esprimersi al meglio a pari condizioni. Visto che non tutti hanno sponsor o budget enormi, direi che è una soluzione davvero interessante.”

Parteciperai anche nel 2017?

“Penso di si, il professionismo mi attira ma i costi sono tanti. Qui mi sono divertito, l’ambiente era amichevole e rilassato e l’anno prossimo sarà ancora più equiparato il livello. Mi piacerebbe riconfermarmi, quindi ci sto seriamente pensando!”

Trofeo Kart Bannati 2016: i vincitori
Un anno a dir poco emozionante, un trofeo low cost che ha visto l’impegno di veri e propri professionisti delle quattro ruote, la presenza di varie categorie non ha fatto altro che enfatizzare lo spirito agonistico dei piloti presenti nel Trofeo Kart Bannati 2016 .
Da un progetto nato per pura passione, l’impegno degli organizzatori del Trofeo Kart Bannati 2017 è quello di incoronare, nella prossima stagione, un Campione Nazionale, cosa che accadrà anche nel TORM 2017 .

L’uomo da battere: Daniele Torriani
Proprio come per Riccardo Germani, campione TORM 2016, anche Daniele Torriani ha meritato di vincere il Campionato, lottando fino alla fine contro Leopoldo de Fazio : 470 punti totalizzati per entrambi i piloti, ad assegnare il titolo ci hanno dovuto pensare le vittorie: 3 per Daniele, 2 per Leopoldo. Ad intromettersi nella lotta per il titolo 2017 ci saranno sicuramente Cristian Zanetti (3° a 423 punti), Rocco Vittorio Biscione e Piero Limonta .

La Scuderia top: Olympic Racing Team
Sono i risultati cumulativi di Zanetti e Biscione a portare l’ Olympic Racing Team in cima alla classifica delle scuderie, beffando di 44 punti l’ RCK1 di De Fazio e Soldati , in lotta fino alla fine per il titolo. Terza posizione per l’ RCK2 di Sini e Limonta , seguiti dall’ MGA Kart Racing 2 di Alinei e Gianfelici e dal 1993 Racing team di Salemme e D’Onofrio .
Per data di nascita: De Fazio (anni 60), Zanetti (anni 70), Salemme (anni 80) e Torriani (anni 90)
Le categorie per età ci mostrano chiaramente che le giovani leve hanno voglia di dimostrare e di farsi vedere. Il vincitore assoluto appartiene infati alla categoria anni 90, conquistata davanti a Biscione (4° assoluto) e ad Alessio Gianfelici . Vince la categoria anni 80 Stefano Salemme seguito da Gabriele Hudorovich e Mirko Mongi , mentre a dominare senza pietà la classifica anni 70 ci ha pensato Cristian Zanetti (con 509 punti) davanti a Orlando Panici e Andrea Carini (rispettivamente a 216 e 198 punti). Tra i senior provenienti dal decennio del 60 Leopoldo De Fazio batte Piero Limonta e Umberto Soldati.

Regionali e Interregionali: Biscione, De Fazio, Anchidin e Torriani
Passiamo alle classifiche per zone d’Italia: vince il regionale Under 40 siglato da MLK ASI Rocco Vittorio Biscione seguito da Spirito e Gianfelici, mentre Leopoldo De Fazio si aggiudica anche la vittoria tra gli Over40 regionali davanti a Zanetti e Soldati . Il titolo Donne và a Roda Anchidin , che se lo aggiudica con 200 punti e staccando di 65 lunghezze Roberta Ferrandi e Alessandra Guidi di 105 punti. Per gli Interregionali la situazione rimane simile, con la differenza che Biscione viene spodestato da Torriani nella Under (e Gianfelici mantiene la terza piazza a scapito di Spirito). De Fazio si conferma con Zanetti nella Over con Limonta che va a classificarsi terzo, mentre tra le donne la classifica resta invariata.

La Wild Card: Paolo Donzelli
Vista la grande affluenza di piloti interessati alla gara spot più che alla partecipazione continuativa, si è ben pensato di stilare una classifica per le Wild Card che hanno partecipato a questa stagione. Tra gli 82 partecipanti a questa enorme lista, il più veloce è stato Paolo Donzelli, che batte per 67 lunghezze Cristian Pomilio e di 126 punti Stefano Gagliardini .

Il Trofeo Kart Diversamente Bannati
L’ho volutamente lasciato in coda non perché sia il meno importante, bensì perché penso che il TKDB sia l’iniziativa più importante in assoluto. Gli sport velocistici tendono a lasciare in disparte chiunque non sia in condizione fisica perfetta, quindi coloro che per le motivazioni più disparate non si trovano in suddetta condizione vengono spesso e volentieri additati come inadatti. Noi alla Motobannati ASD abbiamo voluto dimostrare il contrario, che con un minimo di adattamento e delle soluzioni tecniche adeguate chiunque è in grado di dimostrare la propria passione tra i cordoli. Per quest’anno due tappe hanno composto il calendario del Trofeo Kart Diversamente Bannati , e dall’anno prossimo rinnoviamo l’impegno oltre a voler aumentare lo spazio per i nostri amici. Nel 2016 a vincere il titolo è Fabio Patteri , 8 punti avanti a Renzo Rocchi e 14 sopra a Gaetano Tosone . Escluso Fulvio Battistini , ottavo a 35 punti per non essere riuscito a partecipare alla seconda tappa, tra il primo e il settimo pilota (Luigi Milano) ci sono solamente 30 punti di distacco. L’anno prossimo la sfida sarà sicuramente ancor più accesa.

Iscriviti alle nostre newsletter...