Menu

Tony Cairoli vince a Trento

Tony CairoliIrresistibile Cairoli a Trento. Su di una pista che non ama particolarmente, il sei volte campione del mondo domina entrambe le manche del Gp del Trentino senza lasciare neppure una curva agli avversari. Scattato in testa sia nella prima che nella seconda sfida, ha impresso un passo insostenibile per gli avversari che si sono dovuti accontentare di lottare per i restanti gradini del podio. Una dimostrazione di forza che ha mandato il numeroso pubblico presente in visibilio e permette a Tony Cairoli di rafforzare il primato in classifica e raggiungere Smets a quota 57 successi e incrementare il vantaggio nella classifica mondiale, ora salito a 37 punti, nei confronti di De Dycker.

Prima manche nel segno di Tony Cairoli fin dallo start. Ottimo stacco e davanti a tutti già dalla prima curva, Tony, ha impresso un passo irresistibile per gli avversari, andando così subito in fuga e mettendo al sicuro il successo di manche, mentre Paulin e Desalle si giocavano la seconda piazza. Arrivo in solitaria dunque per Tony Cairoli salutato da una rumorosa standing ovation dei numerosi tifosi presenti.

Partenza fotocopia alla prima manche, ovvero perfetta, e secondo holeshot di giornata per Tony Cairoli che subito delizia il pubblico con uno spettacolare salto sulla finish line e fuga. Alle sue spalle De Dycker che tenta nelle prime battute di rimanere attaccato alla ruota della KTM numero 222, ma poi perde terreno. Tony ancora una volta imprime un ritmo irresistibile e trionfa e vince il 57° Gp della carriera, arrivando così al secondo posto insieme a Smets nei pluri vincitori di sempre.

Tony Cairoli: ” Sono felicissimo di questa doppietta. Poi vincere in Italia e davanti ai miei tifosi ha sempre un sapore particolare.  È andato tutto bene in entrambe le manche. Su questa pista era importante partire bene, in quanto ieri in qualifica sono partito male e ho rimontato con fatica. OggiAggiungi un appuntamento per oggi sono partito bene, ho impresso un buon ritmo e ho cercato di non commettere errori in quanto la pista era molto scivolosa e difficile.

Sono contento della vittoria numero 57 e del tanto pubblico presente e spero che a Maggiora ce ne sia ancora di più.”

Iscriviti alle nostre newsletter...