Menu

Supersport – Scassa affianca Davies alla guida delle ParkinGO Triumph

E’ di oggi la conferma di Chaz Davies che ha scelto di restare per la seconda stagione nel team che gli ha permesso di esprimere le sue grandi potenzialità. Il forte pilota britannico è un punto fermo nello sviluppo a lungo termine del progetto Triumph. E sempre oggi arriva anche la conferma della firma di un altro eccellente pilota, Luca Scassa, che è stato ingaggiato dopo aver conseguito ottimi risultati in sella ad una Ducati privata nel Campionato Mondiale Superbike 2010. Inoltre ParkinGO Triumph BE1 Racing rafforzerà la parte tecnica con l’inserimento di nuove risorse con l’obiettivo di puntare dichiaratamente al titolo Mondiale Supersport 2011.
Giuliano Rovelli: “Il rinnovo del contratto di Chaz è la logica conseguenza dell’ottimo lavoro svolto dal pilota in questa stagione. Oltre ad essere salito più volte sul podio, Chaz ha dimostrato di essere in grado di capitalizzare al meglio ogni situazione grazie alla tranquillità con cui affronta il lavoro e ad una concentrazione non comune. Sono convinto che vista la sua giovane età, abbia ancora ampi margini di miglioramento. Luca Scassa è la novità 2011, mi ha veramente impressionato per la grinta e la determinazione con cui scende in pista. Lui e Chaz formeranno un binomio fortissimo”.
Chaz Davies: “Sono molto contento di poter proseguire il rapporto con il factory team Triumph. Abbiamo un anno di esperienza da far valere nel prossimo campionato: non potremo che migliorare! Affronterò la stagione 2011 con l’obiettivo di puntare al titolo mondiale. E’ per me un onore portare in gara l’eccellenza della produzione motociclistica del mio paese”.

Luca Scassa: “Sono contentissimo dell’accordo appena siglato con il Team ParkinGO Triumph BE1 Racing. E’ stato semplice decidere dopo che Giuliano Rovelli mi ha illustrato il progetto, mi hanno entusiasmato la sua voglia di fare e la determinazione con cui mi ha voluto nel suo Team. Alcuni penseranno che la mia scelta di passare alla Supersport dopo due stagioni di WSBK costituisca un passo indietro, in realtà correre da pilota ufficiale mi garantisce una chance per puntare ancora più in alto. I campioni della Supersport si sono trovati spesso nella condizione di essere ingaggiati da importanti Team della MotoGP o da quelli ufficiali della Superbike. Sono quindi convinto di aver fatto la scelta più giusta per la mia carriera e felice di correre per un marchio prestigioso come Triumph”.

Fonte WorldSBK.com – http://www.worldsbk.com

Iscriviti alle nostre newsletter...